Call Us Icon +39 0536 68696  Contact Us Icon Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I nostri Sponsor

01banner-sponsor-cimone-sci.jpg02banner-gabriella.jpg03banner-sponsor-bernardi.jpg04banner-sponsor-mfs.jpg05banner-sponsor-sole.jpg06banner-sponsor-az-agr-via-romea.jpg07banner-sponsor-cimone-holidays.jpg08banner-cioni.jpg09banner-sponsor-disponibile.jpg

Il tempio, eretto molto probabilmente alla fine del XII secolo sopra i resti della chiesa abbaziale che Sant’Anselmo aveva fondato nel 749, era considerato uno dei più significativi esempi di architettura tardo-romanica dell’Appennino.

La sua struttura, che riprendeva quella basilicale del duomo di Modena, con tre navate, cripta e presbiterio sopraelevato, fu poi modificata nel 1612 con l’inversione della pianta e con l’aggiunta del transetto e della cupola. L’aspetto originario è riconoscibile soprattutto nella navata centrale e, in particolare, nelle possenti colonne sormontate da notevoli capitelli di scuola campionesse (o antelamica): nel terzo a destra, uno dei più ricchi, si legge 1206 In conversione Sancti Pauli (cioè 25 gennaio 1206, probabile data di consacrazione della chiesa), mentre sul quarto un pittore modenese del ‘300 (Tommaso o Barnaba da Modena?) ha affrescato una delicata “Madonna con Bambino”. Lungo le navate laterali e nel transetto si aprono tredici cappelle, edificate nei secoli XVI e XVII: tutte incorniciate da eleganti archi in pietra arenaria, sono opera di scalpellini locali e toscani (come la prima, con il Battistero, di Giovanni Battista da Firenze, del 1534) . 

In queste cappelle, volute dalle più importanti famiglie fananesi, si conservano notevoli dipinti: di scuola veneta (Matteo Ponzone, 4° cappella a destra), toscana (Francesco Curradi, 2° cappella a sinistra; Domenico Cresti, detto “il Passignano”, 5° cappella a destra) ed emiliana (Magnanini, 3° cappella a destra e quella a sinistra dell’altare maggiore; Pellegrino da Fanano, 2°, 4° e 6° a destra; Francesco Vellani, 1° a destra; ed altri).

Il grande crocifisso appeso sopra l’altar maggiore è di uno scultore locale del XIV secolo. Da notare anche il portale laterale, finemente scolpito in pietra arenaria, che riporta la data “1502”; sopra di esso, resti di un affresco dei Magnanimi.

Agli impegnativi restauri effettuati da Don Eugenio Battistini all’inizio del XX secolo risalgono in particolare l’attuale facciata in stile neo-romanico e gli affreschi dei soffitti, del transetto e della cupola (Fermo Forti di Carpi e Silvestro Bergamini di Modena); sempre in occasione di quei restauri sono riaffiorati i resti dell’antica cripta, recentemente tornati visibili nella parte anteriore della chiesa. Nella primavera del 2010 il pavimento in cotto, risalente a poco più di un secolo fa, è stato sostituito da uno in pietra arenaria, molto più adatto all’ambiente.

Duomo di San Silvestro a Fanano

Esterno Chiesa di San Silvestro a Fanano


 

Oggi a Fanano

18
Ago
Piazza Marconi ufficio APT

18
Ago
Centro Storico

18
Ago
Piazza Corsini

18
Ago
Piazza Vittoria

18
Ago
Centro storico

18
Ago
Capanno Tassoni

18
Ago
Capanno Tassoni

18
Ago
Palazzo Monari Severi

Agenda Appuntamenti

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
27
29

L'Ufficio Turistico

APT FANANO
IAT del Cimone
Punto Informativo di Fanano

ORARI APERTURA
  • Luglio e Agosto
  • Tutti i Giorni
  • 09:30 - 12:30
  • 16:00 - 19:00
  • Tutti gli altri mesi
  • Lunedì e Giovedi: Chiuso
  • 09:30 - 12:30
  • 16:00 - 18:30

 

CONTATTI

Ufficio Turistico di Fanano


FANANO E' | APT Fanano - IAT del Cimone
+39 0536 68696
info@fanano.eu
Via Marconi, 1
41021 Fanano (Modena) Italy

ORARI APERTURA
  • Luglio e Agosto
  • Tutti i Giorni
  • 09:30 - 12:30
  • 16:00 - 19:00
  • Tutti gli altri mesi
  • Lunedì e Giovedi: Chiuso
  • 09:30 - 12:30
  • 16:00 - 18:30

01 comune fanano

Iscriviti alla Newsletter

resta sempre aggiornato, potrai cancellarti in qualsiasi momento

In evidenza

CREDITI

Foto Archivio "Valli del Cimone"
by Roberto Leoni*
*ove non diversamente riportato.